Vai al contenuto

Non è colpa della pioggia, Lynda Mullaly Hunt, Traduzione di Sante Bandirali, Uovonero

15 febbraio 2021

Delsie vive con la nonna a Cape Cod. Delsie di domande se ne fa tante, sulla sua famiglia ma anche sugli amici. Perché sua madre non è più tornata? Perché non sa neanche chi sia suo padre? Perché non può avere una famiglia felice come quella dei suoi vicini di casa? Perché la sua amica Brenda è così cambiata e non ha più voglia di condividere con lei le avventure che ogni estate le rendevano felici?

La vita di Delsie è una vita semplice, fatta di corse, di vita all’aria aperta, dei giochi a premi che la nonna segue alla televisione, dei pomeriggi davanti a una tazza di tè in compagnia di Esme (perché non può avere una madre come lei?), di ricerche di conchiglie e piccoli oggetti smarriti sulla spiaggia. Delsie ha una passione, adora i temporali, si incanta di fronte alle trasformazioni del cielo durante il maltempo, non ne è turbata o preoccupata e i fulmini ramificati sono i suoi preferiti.

Delsie non si sente completa, sente che alla sua vita mancano dei pezzi che non si possono rimettere insieme come in un puzzle, ancora di più in questa estate in cui tante cose stanno accadendo.

Ma Delsie non si ferma, non è capace di fermarsi e ogni giorno va incontro alla vita, quella più genuina, e presto scoprirà quanto la sua vita sia meravigliosa, perché non è il sangue a fare una famiglia, l’amore è qualcosa di più potente.

E tra le novità che incontra sulla sua strada c’è Ronan, un ragazzo arrivato da poco a Cape Cod con il padre e con il quale intreccerà un’amicizia importante, costruita su una profonda fiducia reciproca. Un incontro che l’aiuterà a fare luce sulla sua vita e sulle tante sfumature emotive che ci attraversano e vanno a definire chi siamo.

Un libro che parla ai giovani lettori con un linguaggio molto chiaro, con una narrazione ricca di dialoghi che lo rende vivace e coinvolgente.

Intorno a Delsie si muovono personaggi ben delineati, personaggi che vanno a determinare eventi necessari a dare un ordine a quei pezzi mancanti che tanto la preoccupano.

Molte domande attraversano le pagine di questo libro, ma la storia, con attenta discrezione, non ci riempie di risposte limitanti. Ci offre una visione ad ampio raggio sulla vita, sulle amicizie, sulla famiglia, sulla complicità, sul diventare un po’ più grandi, ci porta incontri, scelte e opportunità. [Cristina Spallanzani, allenatrice della creatività]

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: